Tag

, , , , , , , ,

Fresco di barbiere e con i suoi vestiti migliori l’uomo scende dall’auto e si dirige verso il bar che sta sotto i portici. Uno sguardo da lontano e l’ha già individuata. E’ seduta al tavolino più discosto che guarda il cellulare, ogni tanto alza la testa e perlustra con gli occhi la piazza. Anche lei lo vede e immediatamente lo riconosce. Alza il braccio per attirare la sua attenzione e lui risponde con un cenno più discreto. L’uomo si siede e fa per stringerle la mano, poi si ricrede e la ritira con un po’ di imbarazzo. Lei si era già mossa per ricambiare la stretta e per non rimanere a mezz’aria dirotta la traiettoria sul dispenser dei tovagliolini. Ne prende uno ma non sa che farsene. Lo appallottola e lo getta nel posacenere. Cosa prendi? Solo un caffè, grazie. Belle tette sembrerebbe, piene, a base larga. E così eccoci qui. Già. Bell’uomo, spalle larghe, pelle un po’ bianchiccia. Ci hai messo molto ad arrivare? C’era un po’ di traffico. Aspetto che si alzi in piedi e diamo un occhiata al cosciame e al retrotreno. Che dici, facciamo due passi? Non ho molta voglia di camminare. Non ho capito quanto è alto, direi che all’uno e ottanta ci arriviamo. D’accordo, allora facciamo due chiacchiere. Si. Di che segno sei? Vergine e tu? Io gemelli. Segno doppio. Ha un bel sorriso, bei denti. Ascolti musica? Non sempre, comunque mi piace. Faccia un po’ da porca, magari mi sbaglio. E che genere preferisci? Mah, la musica italiana, Vasco, la Pausini roba così. E tu? Io sono rocchettaro. Suonavo persino in un gruppo. Fa palestra, si vede dal collo. Ma va? Che forte! Non ho capito se si è rifatta le labbra, con il rossetto è difficile.
Il cameriere porta il caffè, mette lo scontrino sotto il posacenere e se ne va.
Non metti zucchero? No sono abituato così. Senti ma proprio non ti va di fare due passi? D’accordo, dai, facciamo due passi. Vediamo se paga subito o aspetta che lo faccia io. Giuro che se non paga per primo vado via. Se pago io lei si alza per prima, è matematico, e io posso valutare cosa passa il convento. Lo scontrino non lo guardo che fa pezzente, c’è solo la sua tazzina più la mia, dieci dovrebbero bastare. Eccola che si alza, occhio alla giravolta. Bingo. Culo più che soddisfacente. Molto bravo, non sai cosa hai rischiato se non pagavi. Aspettiamo che si volti per prendere la giacca. Culo più che ottimo, da palestrato, sia lodato il cielo. Senti ti va di mangiare un boccone o che? E’ un po’ presto non trovi? Cazzo, profumo di merda, lo metteva il mio ex marito. E’ che fa un po’ freddo per passeggiare. E’ un po’ bassa ma proporzionata e poi non si veste per sembrare fatta come non è, il che è sempre un buon segno. E allora cosa vorresti fare?
No, fa che non stia per dirlo.
Potremmo già andare da te o dove avevi in mente.
Fanculo, l’ha detto.
Ascolta, non partiamo con il piede sbagliato. Ho scelto te e non Walter75 perché nel tuo profilo avevi scritto che non eri frettoloso ed eri interessato ad un rapporto non solamente fisico. Allora la vorremo passare un’oretta a conoscerci prima di scopare o vogliamo fare proprio come le bestie?

Annunci