Tag

, , , , , , , ,

Va a finire
che mi prendo un furbofonino
mela rosicata
o samsung megaschermo
e come prima cosa
mi ci faccio un selfie
introspettivo
che invece di posa convinta
o ridanciana,
pezzo di specchio
tenuto in fondo al braccio teso,
mi mostri la desolazione di me
che vedono i tuoi occhi
a sera.
Scelgo un top di gamma
con display FHD e mi ci affaccio
esitante
come cerva alla fonte o come me
quando mi sporgo
sulla piccola pozza delle mie mani a conca
per strapparmi la mattina ai sogni.
E poi ti cerco
in rubrica tra i contatti
il passato dove già sei stata il ricordo
che non smetto di cercare
e nell’archivio immagini
che mi mostri i nostri noi
di cui perdiamo senza tregua
i pezzi.
E poi ti contatto
e ci contatto
grazie a un contratto
flat
con sms verso tutti e minuti
illimitati
finché il gelo di una voce guardiana
non mi reciterà all’orecchio
l’indicibile:
che il cellulare della persona chiamata
potrebbe essere spento
o irraggiungibile.

Annunci